!! AGGIORNAMENTI !! Peste suina africana, fermiamola insieme!

AGGIORNAMENTO 16.5.2024 Disponibile la nuova ordinanza del Commissario Straordinario del Ministero della Salute con i comuni interessati e le norme di comportamento per escursionismo e mtb (in allegato); per un quadro di insieme e per l'elenco dei comuni coinvolti questo il link della Regione Emilia Romagna : Ordinanza_peste_suina 

 

Il problema della Peste Suina sta interessando in modo sempre più significativo i nostri territori: in provincia di Parma, i primi casi di peste suina africana (PSA) sono stati registrati all’inizio di quest’anno e,  ad oggi, il contagio nelle nostre zone interessa soltanto la fauna selvatica, cioè i cinghiali, l’infezione non è  entrata negli allevamenti. L'Azienda USL, impegnata a contrastare la PSA con i propri serivizi veterinari,  ha chiesto anche la nostra collaborazione per diffondere una corretta informazione tra i soci: di seguito e in allegato trovate tutte le informazioni utili:

LA COLLABORAZIONE DI TUTTI: COSA FARE

Se camminando per i boschi o per la campagna, ci si imbatte in una carcassa di cinghiale (quindi un cinghiale morto o resti di ossa), è necessario chiamare il numero unico regionale 051.6092124, attivo 24 ore su 24 7 giorni su 7. Occorre anche memorizzare la  posizione geografica sul cellulare in modo da poterla comunicare all’operatore e, se possibile, scattare una foto della carcassa. Telefonare, rilevare la propria posizione e scattare una foto: tre azioni utili, perché consentono al servizio veterinario dell’Azienda Usl di Parma di intervenire tempestivamente a ritirare la carcassa e a bonificare l’area.

Il virus infatti è molto resistente, persiste per diversi mesi nell’ambiente e nelle carcasse degli animali morti, nella carne non cotta o poco cotta.

La peste suina africana può diffondersi tra cinghiali e suini oltre che per  contatto diretto e  attraverso alimenti contaminati, anche tramite l’uomo, con le calzature, i vestiti, le attrezzature, le ruote dei mezzi di traporto.

Per questo, è importante non abbandonare nell’ambiente avanzi o rifiuti alimentari specialmente se contenenti carni di suino o cinghiale che possono essere veicolo di infezione. Infine, al rientro da una passeggiata, gita o escursione, prima di risalire in auto e rientrare a casa, occorre cambiarsi le scarpe e riporle in un sacchetto per poi pulirle con cura. Questi accorgimenti devono essere seguiti con ancora maggiore attenzione da chi per lavoro o altri motivi entra in allevamenti di  suini. 

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.ausl.pr.it e la pagina web http://salute.regione.emilia-romagna.it/pestesuinaafricana/

Qui un breve video della Regione Emilia-Romagna che riassume la situazione e le azioni da fare: Video Peste Suina Africana

Letto 661 volte

Sponsor

Newsletter CaiParma

Iscriviti

inserisci mail - scrivi nel quadrato le lettere e i numeri in rosso - accetta la privacy
captcha 
Accettazione Privacy Policy

Newsletter Family Cai

Iscriviti

inserisci mail - poi scrivi nel quadrato le lettere e i numeri in rosso - accetta la privacy

Social

facebook

instagram

Cai Sezione di Parma - APS

Sede Legale
Via Piacenza 40 - 43126 Parma (PR)
Telefono 0521 984901
Mail caiparma@caiparma.it
PEC parma@pec.cai.it
CF 92038500341 - P. Iva 02078830342
Conto Corrente
IBAN IT44D0623012781000036408533
Intestato a "Club Alpino Italiano Sezione di Parma"
Privacy Policy - Cookie Policy - Social Media Policy