Castiglione de’ Turchi (Bore)

Castiglione dei Turchi è detto anticamente Castiono o Castione Turcarum, ma la documentazione storica finora ritrovata non consente di stabilire con certezza le vicende di questo sito fortificato. Probabilmente nel borgo si insediò una nobile famiglia “Turchi” di cui si ha traccia già nel basso medioevo, che ha tra i suoi esponenti numerosi notai e religiosi (1). Nei Catasti Farnesiani del 1576, depositati in ASPc, l’insediamento appare descritto come “corte murata”, ma quanto ancora rimasto dell’architettura del sito rende solo una vaga dell’antica corte fortificata che vi si trovava, le mura e le torri citate nella bibliografia sono ormai del tutto scomparse. Gli edifici sono costruiti in gran parte direttamente sulla roccia, ma a causa del degrado e dell’abbandono molti degli alzati sono oggi crollati e non più leggibili.

(1) Linda Marazzi (a cura di), Bore. Arte, storia e natura, Pro Loco Bore, 1994, pp. 51-57.

Fonti archivistiche:
Archivio di Stato di Piacenza, Catasti Farnesiani, 1576.

 

STREET VIEW

 

 

Informazioni aggiuntive

Altre denominazioni

Castiono, Castione Turcarum

Classe tipologica

Tipologia

S. Tipologia

, , , , , , , , ,

Località

Vallata

Comune

Quota

346 mt.

Epoca

Età moderna

Data

XVII° sec. circa

Proprietà

privata

Destinazione d'uso attuale

Borgo in abbandono

Destinazione d'uso storica

Insediamento rurale con caratteri difensivi

Stato di conservazione

Data sopralluogo

24/03/2017

Rilevatore / compilatore