Cerca nel sito


Designed by

LogoWolsec-119x55



Copyright (C) 2015 Tutti i diritti riservati - Club Alpino Italiano - Sezione di Parma - Viale Piacenza 40 - 43126 Parma (PR) - Partita IVA 02078830342 -
PDF Stampa E-mail
 

logo

Mountain Bike - Regolamento Gruppo

 


 

Regolamento gruppo MTB

Principi ispiratori e finalità

 Il gruppo CAI Parma MTB si riconosce pienamente nei valori contenuti nello statuto sezionale e nel codice di autoregolamentazione del cicloescursionista del CAI.
Il gruppo ha come principi ispiratori fondanti:
  1. che la mountain bike costituisca un mezzo eco-compatibile per frequentare, conoscere e tutelare la montagna, in particolare la montagna parmense;
  2. che il CAI sia l’organismo idoneo a fornire occasione di aggregazione a livello provinciale per gli appassionati di cicloescursionismo in mountain bike, con particolare attenzione ai soci, ed in alternativa ad altre forme associative praticanti prevalentemente attività agonistiche;
  3. che il cicloescursionismo in mountain bike debba essere patrimonio culturale e parte integrante dell’attività del sodalizio al fine di fornire ai soci la possibilità di vivere la montagna in modo complementare alle altre attività sezionali con la competenza, formazione tecnica e culturale e sicurezza caratteristiche del sodalizio stesso.
 
Le finalità del gruppo:
  1. Realizzare un programma escursionistico che abbia come punti qualificanti l'aggregazione, la conoscenza e il rispetto dei luoghi attraversati, al fine di contribuire alla loro tutela e valorizzazione;
  2. Organizzare escursioni di diverso livello tecnico per favorire l’adesione del maggior numero possibile di partecipanti, dal principiante al cicloescursionista esperto.
  3. Contribuire con i soggetti titolari (provincie, comunità montane, enti parco), ed in accordo con le direttive dell’apposita commissione sezionale, alla manutenzione ed evoluzione della rete sentieristica MTB realizzata sul territorio provinciale in questi anni, anche con la collaborazione di altri soggetti cointeressati.
  4. Divenire soggetto di riferimento a livello locale per rappresentare gli interessi del cicloescursionismo MTB al fine di diffonderne la conoscenza, tutelarne e promuoverne la pratica sul territorio nel pieno rispetto dell’ambiente e degli altri fruitori.
  5. Contribuire, anche attraverso il coinvolgimento di altre sezioni, alla costituzione di un gruppo regionale MTB CAI al fine di rapprensentare gli interessi dei cicloescursionisti in ambito CAI nazionale;
  6. Contribuire, anche con la collaborazione di altri gruppi, all’attivazione di corsi in ambito CAI per la formazione della figura di Accompagnatore Cicloescursionismo MTB;
  7. Organizzare dei corsi di avvicinamento alla montagna tramite la MTB per ragazzi integrando o affiancando i programmi dell’Alpinismo Giovanile.
 

Organico accompagnatori

  1. Piergiorgio Rivara (ASE-C, coordinatore)
  2. Stefano Alinovi
  3. Matteo Balocchi (ASE-C)
  4. Fabio Bardelli
  5. Flora Bonomini
  6. Alessandra Serena Caciotta
  7. Massimiliano Chiapponi
  8. Marcello Cortesi
  9. Marco Denti
  10. Andrea Dondi (ASE-C)
  11. Beatrice La Torre (ASE)
  12. Francesco Melegari (ASE-C, AISFE)
  13. Michele Martini (AISA)
  14. Enrico Pozzi
  15. Michele Sozzi
  16. Silvia Strata (ASE)

Gli accompagnatori, sia titolati sia privi di titolo specifico, sono volontari  il cui accompagnamento costituisce prestazione di mera cortesia.
 

Informazioni ed iscrizioni

Negli orari di apertura della sede CAI in viale Piacenza, 40 a Parma.

Informazioni telefoniche: Piergiorgio Rivara tel. 335.5334854

Informazioni e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
L'adesione alle escursioni (salvo diversa indicazione ) va data entro il venerdi sera precedente la escursione stessa.

La quota minima di partecipazione per ciascuna uscita è fissata in 3,00 Euro per i soci CAI e 8,00 Euro per i non soci quale contributo alle spese di organizzazione. Per i minori di anni 18 (solo se accompagnati da un genitore) l'iscrizione è gratuita. Nella quota dei non soci è inclusa l'assicurazione infortuni.

Il raggiungimento della località di partenza si effettua con mezzi propri.

Gli organizzatori sono a disposizione telefonicamente per informazioni ed eventuali consigli inerenti l’attrezzatura, l’abbigliamento e quant’altro possa servire per ciascuna escursione. I riferimenti sono indicati nelle specifiche loncandine di ogni evento.

L’adesione alla escursione presuppone la conoscenza e la completa accettazione del regolamento del gruppo e del codice di autoregolamentazione del biker CAI.
 
 

Regolamento

Ad integrazione del regolamento escursioni della Sezione, si precisa quanto segue:
  1. Lo scopo delle escursioni, secondo lo spirito del cicloescursionismo in ambito CAI, è quello di trascorrere una giornata in compagnia, nel massimo della sicurezza e nel pieno rispetto per l’ambiente.
  2. Le escursioni non sono gare e qualunque forma di agonismo, anche amichevole, è vietata.
  3. Chi aderisce alle escursioni in programma dichiara di essere cosciente dell'impegno fisico e dei rischi che l'attività del cicloescursionismo comporta e di essere consapevole che, per partecipare a questa attività, è necessario possedere: idonea attrezzatura ed equipaggiamento; adeguata preparazione atletica al fine di superare lunghezza e dislivello previsti; capacità tecniche sufficienti per affrontare le difficoltà indicate per ogni singola uscita.
  4. L'adesione alle escursioni deve essere approvata dal Direttore di Escursione. Per i minori di anni 18 si richiede la presenza di un genitore o da chi ne fa le veci.
  5. Alle escursioni che presentano particolari difficoltà possono partecipare solo coloro che, ad insindacabile giudizio del Direttore di Escursione o del gruppo accompagnatori, abbiano dimostrato in uscite precedenti di possedere i requisiti minimi indispensabili per affrontare in sicurezza il percorso in programma.
  6. Possono essere esclusi dalle escursioni coloro che nelle escursioni precedenti si siano comportati difformemente dallo spirito del Gruppo, ad insindacabile parere del Direttore di Escursione o del gruppo accompagnatori.
  7. Ogni escursione verrà seguita da almeno due accompagnatori cui esclusivamente spetta ogni decisione in merito allo svolgimento della stessa, anche difforme dal programma qualora necessario. Nel caso non fossero disponibili due accompagnatori il Direttore di Escursione stabilirà preventivamente un numero massimo di partecipanti compatibile con il percorso scelto
  8. Il Direttore di Escursione potrà variare località e data, variare il percorso in programma o annullare l’escursione qualora le condizioni dei partecipanti, quelle atmosferiche o del percorso stesso non fossero ritenute favorevoli.
  9. L’escursione ha inizio e termine nelle rispettive località indicate sul programma. La località di partenza viene raggiunta dai partecipanti con le modalità indicate dagli organizzatori entro l'orario stabilito.
  10. Nel caso di percorrenza di strade aperte al traffico veicolare, tutti i partecipanti devono attenersi alle disposizioni del vigente Codice della Strada.
  11. L'uso del casco è obbligatorio: esso deve essere mantenuto correttamente posizionato e allacciato per l’intera durata della escursione, con la sola esclusione delle pause.
  12. Le decisioni degli organizzatori e in particolare del Direttore di Escursione devono essere scrupolosamente rispettate, sia prima che durante l'escursione. Sono assolutamente da escludere le iniziative personali: chi si discosta dal gruppo di propria iniziativa, non segue le indicazioni degli accompagnatori, non osserva le presenti disposizioni e/o quelle del regolamento sezionale verrà considerato automaticamente escluso dall’escursione assumendosi ogni responsabilità conseguente.
  13. Tutti i partecipanti sono obbligati a prestare soccorso e comunque a collaborare con gli accompagnatori in caso di loro richiesta o necessità.
  14. È vietato superare l'accompagnatore di testa e voler farsi superare dall'accompagnatore di coda.
  15. È fatto obbligo a tutti i partecipanti di rispettare le norme del codice di autoregolamentazione, con particolare riguardo all’uso del casco, al rispetto dell’ambiente e delle altre persone che si incontrano sul percorso.
  16. Ogni partecipante è responsabile della propria salute, del proprio mezzo e della relativa conduzione e dovrà tempestivamente segnalare agli accompagnatori eventuali problemi o difficoltà.
  17. Il costo della singola escursione viene determinato in accordo a quanto stabilito dal regolamento escursionistico sezionale (in particolare con riferimento all’art.16).

Ultimo aggiornamento 19/2/2015